Gli olandesi amano le regole. Questo è quello che dicono molti espatriati. Ed è vero. Ad Amsterdam amano le regole. Amsterdam è una città piccola, densa e liberale. Si ha un diritto. Per molte cose. Si arrabbiano quando qualcuno o qualcosa li ostacola. Non hanno paura di dire quello che pensano quando ciò accade.

Quando ci si lamenta delle piccole cose ad Amsterdam, è bello avere la legge al proprio fianco. Ecco perché adorano fare nuove leggi! Ecco quelle più nuove da tenere a mente:

1. Non puoi dare da mangiare alle anatre ad Amsterdam

Le anatre e gli uccelli sono carini, ad Amsterdam ce ne sono molti e gli abitanti di Amsterdam adorano dar loro da mangiare. Tuttavia, ad Amsterdam c’è un grosso problema con i topi. I topi di Amsterdam si nutrono di avanzi e costruiscono le loro case nel vecchio sistema fognario. Possono apparire nel tuo armadietto della cucina e diffondere malattie. I ratti di Amsterdam prosperano a causa dei recenti inverni miti e perché nutriamo gli uccelli.

Quindi, a partire dal 2018, non puoi più dar da mangiare alle anatre ad Amsterdam! La regola si applica solo in alcune aree e sarà presente un avviso in queste zone.

Amsterdam ha già organizzato una campagna con un kit di attrezzi, striscioni e kit educativo per insegnare soprattutto ai bambini delle scuole che nutrire con pane e patatine fritte piccioni, anatre e uccelli non è una vera e propria dieta.

2. Non puoi entrare ad Amsterdam con una vecchia auto o una motocicletta

Come ogni grande città, Amsterdam soffre del problema dello smog. Le emissioni di carbonio dai gas di scarico, in particolare dalle auto più vecchie, causano malattie polmonari e cancro e contribuiscono al cambiamento climatico. Per ridurre l’inquinamento atmosferico ad Amsterdam, dal 2017 non sono più consentiti camion e vecchi furgoni all’interno del centro di Amsterdam (all’interno di RingA10).

A partire dal 2018, le auto inquinanti non possono nemmeno ottenere una licenza per il parcheggio. Altre buone notizie: la città di Amsterdam vieta anche i taxi sporchi, le macchine da turismo e le motociclette più vecchie del 2010.
Se vuoi visitare la città, il modo migliore è quello di acquistare un luoghi da visitare amsterdam e utilizzare i suoi mezzi pubblici, che sono molto efficienti. Grazie al mostre amsterdam puoi spendere poco e avere la possibilità di girare per tutta la città, inoltre, per uno scorcio sui migliori panorami della zona, puoi acquistare un quartiere dei musei amsterdam, che ti offre la possibilità di vedere anche il lato più romantico di questa cittadina del nord Europa.

3. Sì! Motocicli e scooter fuori dalla pista ciclabile!

Questo era sempre difficile da spiegare ai turisti e agli espatriati ad Amsterdam: perché i motocicli percorrono la pista ciclabile? E perché non indossano elmetti? Bene, ci sono due tipi di ciclomotore. I ciclomotore che possono andare al massimo a 45 km all’ora e non possono viaggiare sulla pista ciclabile. E devono indossare un casco.

I motorini e gli scooter che possono andare al massimo a 25 km all’ora, devono sempre viaggiare sulla pista ciclabile. Per ragioni di sicurezza. Il casco in questo caso, non è necessario.

4. Parcheggio per le bici al coperto gratuito per le prima 24 ore

Altre buone notizie per i ciclisti ad Amsterdam! In molti parcheggi coperti di biciclette di Amsterdam, puoi parcheggiare gratuitamente la tua bicicletta per le prime 24 ore. Se devi parcheggiare più di un giorno, costa 1,25€ al giorno. Tutti i parcheggi per biciclette ad Amsterdam sono di proprietà della città di Amsterdam o delle aziende di trasporto pubblico. Stanno lavorando per una politica comune per il parcheggio delle biciclette.

Andare in bicicletta ad Amsterdam sta diventando sempre più popolare e parcheggiare la tua bicicletta, specialmente in una stazione sta diventando sempre più problematico. I parcheggi per le biciclette che saranno grastuiti per le prime 24 ore a partire dal 1 gennaio 2018 sono: Pathé de Munt, Paradiso, Zuidplein, Stazione RAI en Vijzelstraat.